05/03/2017
MOTORE… CIACK… SI PARTE…




Da quando ho iniziato questa nuova esperienza, circa tre anni fa, è la prima volta che riesco finalmente a parlare con un noto personaggio. Potrei definirlo un’icona del baseball godese, che fin da piccolo si godeva questo sport attaccato alla rete, fino ad arrivare a essere il ricevitore della prima squadra e partecipare alla promozione in A2, all’epoca, del De Angelis Godo. Attacca il guantone al chiodo, ma non riesce a star lontano da quel campo verde e, da ormai tanti anni, lui è il dirigente sportivo della prima squadra del Godo e del settore giovanile dei Goti. Già proprio lui: Attilio Casadio che oggi ci parla del nuovo Godo, dei prossimi arrivi e quello che ci si aspetta per l’imminente campionato.
Quest’anno il Godo è in un girone diverso dal precedente campionato, quali sono i lati positivi e quelli negativi?
“logisticamente parlando è uno dei migliori calendari che ci sia capitato negli ultimi anni. A parte Verona e Ronchi dei Legionari che sono le trasferte più lunghe, le altre sono tutte abbastanza accessibili, si giocano prevalentemente di sera e questa è la nota positiva. D’altro canto, quasi tutte le componenti del nostro girone, sono ben attrezzate e durante l’off season si sono rinforzate con giocatori di alto livello. Tra i tre gironi questo è il più competitivo, un campionato abbastanza duro e complicato, per il Godo sarà una buona prova di riscatto”.
Parlaci del roster del Godo:
“sono molto soddisfatto perché tutto sommato il nucleo dei ragazzi storici del Godo come i fratelli Meriggi, i fratelli Servidei e altri hanno deciso di continuare a giocare per la loro squadra di sempre. A parte Federico Rubboli che ha deciso di appendere il guantone al chiodo, altri giocatori, sia di scuola godese che di adozione come Bucchi Mattia-Tanesini Paolo- Silvestri Lorenzo- Casalini Alessandro e Monari Eugenio, hanno deciso di intraprendere un percorso diverso dal nostro. Noi auguriamo il meglio a tutti loro, ma non posso negare la mia delusione; nel momento in cui con poco avremmo potuto raggiungere risultati d’eccellenza, loro hanno deciso di non condividere la nostra causa. Rispetto la loro decisione e non la giudico, ma si prenda atto che sono dispiaciuto di questa decisione, sono convinto che il loro contributo al gioco sarebbe stato importante e utile come in passato. Detto questo non vuol dire che senza di loro, noi non saremo in grado di raggiungere ottimi risultati. Ritorna a Godo un giocatore importantissimo per noi, Galeotti Matteo che, assieme a Piumatti Gabriele, forma una coppia sul monte di lancio italiano, fra le più forti che ci siano in A federale. Per quanto riguarda il lanciatore straniero, s’è puntato su un giocatore oriundo di passaporto italiano, nato a Phoenix in Arizona; Joseph Maggi ha appena concluso il college e ha ottenuto non solo buoni risultati sul monte, ma anche in ruoli difensivi e buon battitore. S’è poi pensato di rinforzare l’organico, ingaggiando anche il fratello, Beau Maggi. Lui é un po’ più grande di Joseph (24 e 27 anni), può giocare sia come ricevitore che come prima base. Ha giocato come professionista per alcuni anni fino a raggiungere il livello di triplo A. Unico aspetto negativo è che per la regola degli 8 ASI in campo confermata nella nostra categoria, i fratelli Maggi e Emmanuel Evangelista, non potranno mai giocare tutti e tre assieme. Sarà il manager a decidere al momento quale coppia schierare. Oltre a questi ragazzi stiamo cercando di terminare il roster con l’ultimo colpo di mercato, per cercare di consentire al manager di avere diverse opzioni. Anche se, a dir il vero, in questi ultimi anni ci sono state delle belle rivelazioni provenienti dal settore giovanile dei Goti; vedi Riccardo Bucci con Luca Servidei e Lorenzo Silvestri alcuni anni fa, Marco Servidei, che giovanissimo, ha debuttato in prima squadra terminando con un ottimo risultato. Io sono certo che anche quest’anno ci saranno delle ottime sorprese dal settore giovanile”
Ci sono in previsione delle partite amichevoli?
“tempo permettendo e praticabilità del campo, sono in previsione tre amichevoli: la prima sgambata sarà sul diamante di Godo l’11 marzo contro Ravenna, il 18 marzo un doppio incontro di 7 inning a Castenaso e il 25 marzo a San Marino. Gli orari sono ancora da stabilire”.
Tempo di allenamento in palestra, come mai i ragazzi ceduti si allenano con il Godo?
“ la società Firenze ha chiesto alla società Godo, di allenare i suoi giocatori, che sono: Mattia Bucchi e Alessandro Casalini. Per via di questo accordo, il manager è stato messo al corrente che i suddetti ragazzi potranno partecipare agli allenamenti solamente per la preparazione atletica”.
Quale reazione ti aspetti dalla squadra?
“io spero di trovarla arrabbiata. Oggi è un po’ persa e frastornata per tutto quello ché successo durante l’inverno e per le decisioni che alcuni giocatori hanno preso, lasciando i propri compagni disorientati. Io mi auguro che questo stato d’animo si trasformi in rabbia, che giochino tutte le partite con il coltello fra i denti vendendo cara la pelle, ma soprattutto che si divertano. E’ vero che siamo una squadra abbastanza corta, ma è anche vero che i giocatori sono di grande qualità e di primo livello nel panorama italiano. Gli obiettivi che ci eravamo posti alla fine del campionato 2016, di migliorarci e di ottenere di più sia ancora valido, d’accordo abbiamo perso elementi validi che però alcuni di loro sono stati ben rimpiazzati, sarà in campo che vedremo i risultati”.
Parlami del ritorno di Daniele Fuzzi come manager
“Daniele ha un gran cuore, è un gran signore! Ha capito il momento delicato, le difficoltà che la società e i giocatori stavano attraversando, e nonostante impegni, famiglia e difficoltà sue personali, si è messo a disposizione del gruppo per far si che anche quest’anno si possa vivere l’ennesimo un sogno”.
Da quando seguo il Godo, quest’anno è il 30° campionato , non abbiamo mai avuto una stagione tranquilla e serena, ma sempre con tensione e all’ultimo respiro, noi se non è così non ci divertiamo. Quindi non possiamo far altro che aspettare l’inizio del campionato per divertirci e tifare sempre più per la nostra squadra.

Flavia Zanchini
in foto:il D.S Attilio Casdio con Sara e Lucia (C)Flavia Zanchini

ROSTER 2017
Alessio Vernì Giovanni
Ciccorossi Francesco
Evangelista Emmanuel
Fabbri Francesco
Foli Jacopo
Galeotti Matteo
Maggi Beau
Maggi Joseph
Melandri Simone
Meriggi Davide
Minghelli Nicolò
Molducci Jacopo
Morelli Filippo
Perez Colas Javier
Piumatti Gabriele
Sabbadini Mirco
Servidei Alessio
Servidei Luca
Servidei Marco
Manager: Daniele Fuzzi
Coach; Andrea Ciccorossi – Luis Hernandez – Daniel Orselli – Luca Servidei




NEWSLETTER
Inserisci il tuo indirizzo eMail e premi invia.
leggi l'informativa sulla privacy

< Luglio 2017 >
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
legenda: evento in programma




PARTNERS