08/11/2019
Intervista doppia con Attilio Casadio e Marco Bortolotti sul campionato 2019



Il campionato di baseball di A1 si e’ concluso da qualche mese e dopo qualche riflessione abbiamo deciso di fare alcune domande al direttore sportivo, Attilio Casadio e al manager del Godo baseball Marco Bortolotti.

1) I risultati della stagione hanno soddisfatto le aspettative?
ATTILIO: "il risultato generale è andato senza dubbio oltre le aspettative: il numero di partite vinte e la posizione in classifica mi soddisfano. Sono meno soddisfatto per la discontinuità di rendimento, abbiamo giocato con notevole intensità, concentrazione e ottime individualità in alcune occasioni, per poi scadere in errori grossolani e perdita di concentrazione in altre occasioni".
MARCO: "direi che i risultati abbiano soddisfatto le aspettative. Le aspettative erano quelle di giocarsela con Castenaso e Redipuglia e così è stato, oltre naturalmente alle vittorie inaspettate con Bologna e San Marino.

2) Come avete visto la crescita dei nostri giovani?
ATTILIO: " i ragazzi del nostro vivaio sono cresciuti dal punto di vista tecnico ma devono fare ancora passi in avanti per quanto riguarda la conoscenza del gioco e l’atteggiamento in battuta".
MARCO: "è stato un anno molto importante per loro perché sono stati il pilastro della nostra compagine. E’ stato anche un anno difficile, è vero, a livello di risultati personali, ma un anno che servirà sicuramente per la loro crescita".

3) La cosa che vi è più piaciuta?
ATTILIO: " la partita vinta a Castenaso dopo 2 rinvii per pioggia conclusa alle 2:30 del mattino con una temperatura più adatta al curling che al baseball, che ha denotato carattere e voglia di non mollare mai".
MARCO: "tutte le volte che siamo riusciti ad essere competitivi con squadre costruite per puntare molto più in alto di noi. Vedi le vittorie con San Marino e Bologna, vedi le 4 sconfitte con Nettuno, ma 4 partite giocate con il coltello alla gola. E così via per molte altre partite giocate quest’anno".

4) Cosa invece ti ha deluso?
ATTILIO: "dopo la doppia vittoria con Redipuglia, quindi la quasi matematica certezza che non saremmo arrivati ultimi, la squadra è andata in vacanza con la testa e con l’impegno: allenamenti quasi deserti e ultimi 2 week end imbarazzanti con 4 manifeste subite in sequenza".

5) Dopo tutte le vicissitudini di inizio stagione cosa ti aspetti per la prossima stagione a livello di federazione?
ATTILIO: "per la prossima stagione non ho una ricetta che possa risollevare le sorti del nostro sport, certo è che 24 partite sono troppo poche per la nostra massima serie, si deve giocare di più, per altre considerazioni è meglio affrontarle in uno spazio dedicato".
MARCO: "sicuramente per disputare un campionato che possa essere ancora più soddisfacente mi aspetto un livellamento maggiore del campionato".

6) Ci date delle idee per promuovere meglio la nostra realtà?
ATTILIO: "state facendo un lavoro fantastico. Avrei 2 suggerimenti:
a) cercare di creare, dai giocatori più rappresentativi, dei personaggi attraverso interviste resoconti, opere di beneficenza, ecc.
b) ad ogni partita in casa organizzare un evento, dalla gara di freesby in campo fra un inning e l’altro, alla gara di torte fra tifosi ecc".
MARCO: "molto utili le iniziative collaterali durante le partite di A1, il venerdì sera con Bologna tutto pieno, come il sabato con Castenaso. Venire allo stadio non dev’essere solo baseball ma anche passare una bella serata. Il baseball poi viene da sè".

7) Pur essendo un po' prematuro come pensate di lavorare in preparazione della prossima stagione, a livello tecnico ed organizzativo?
ATTILIO: "E’ prematuro sopratutto perché sappiamo che ci saranno modifiche sostanziali al regolamento e finché non avremo tali modifiche è difficile pianificare".
MARCO: "non so ancora darti una risposta precisa. Lavoreremo insieme per costruire la squadra più forte con i mezzi che abbiamo a disposizione".

8) Marco, dal campo, cos'è la cosa che più ti ha emozionato in questa stagione?
MARCO: "penso la vittoria all’andata con Castenaso che è stata la mia prima vittoria in A1 e soprattutto avvenuta dopo 6 ore di partita”.

In foto: Attilio Casadio





NEWSLETTER
Inserisci il tuo indirizzo eMail e premi invia.
leggi l'informativa sulla privacy

< Dicembre 2019 >
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
legenda: evento in programma






PARTNERS